Cosa fare in un giorno a Salisburgo: consigli, curiosità e info utili

Icona Divisoria

Come scoprire la città natale di Mozart? In questo articolo ti consiglio cosa fare e cosa vedere in un giorno a Salisburgo, ma con calma. Questo blog è pensato per chi viaggia con lentezza, per chi non ama particolarmente quello stress insito nello spuntare attrazione dopo attrazione.

 

Di seguito troverai il racconto di una delle mie camminate in questa splendida città austriaca, oltre che informazioni utili, consigli per viverla al meglio e curiosità. Seguimi fino in fondo e se vuoi prendi qualche appunto (verso la fine ti svelo un posto speciale dove mangiare e bere la miglior birra a Salisburgo spendendo poco).

Castello di Salisburgo con la neve nella lista di cosa fare a Salisburgo in un giorno
Fiori di magnolia in primavera a Salisburgo

Il modo migliore per scoprire Salisburgo in un giorno è perdersi tra le sue strade, in un itinerario a piedi creato su misura per te perché saranno il tuo istinto e i tuoi interessi a guidarti. Tutte le sue bellezze sono concentrate nel centro storico: anche se non hai con te una lista troverai comunque tutti i luoghi di interesse per scoprirla e conoscere la sua storia. 

 

Passerai davanti a tante opere d’arte barocca, dalle fontane ai palazzi; ti ritroverai a sbirciare dentro le vetrine dei café e delle pasticcerie, ricche di dolci tipici come la famosa Sacher o lo strudel di mele; camminerai anche tra parchi magici dove convivono gnomi e unicorni.

 

Prima di cominciare il nostro itinerario a piedi per Salisburgo ti scrivo qualche informazione utile, da come arrivarci a dove trovare parcheggio.

In questo post troverai

Fontana nel parco Mirabell a Salisburgo

Mi chiamo Elena e sono una travel blogger e nomade digitale: se ti piace il mio blog non perdiamoci di vista!

Icona Divisoria

Dove si trova e come raggiungere Salisburgo

Salisburgo è una città barocca situata nel cuore dell’Austria, più o meno a metà strada tra Vienna e Innsbruck, non lontana dal confine con la Baviera in Germania. 

 

Tra le varie opzioni per raggiungerla, quelle che consiglio sono il treno o l’auto. 

Come raggiungere Salisburgo dall’Italia

In treno

 

La stazione centrale di Salisburgo è collegata con alcune città italiane. In base alla città di partenza troverai sia treni diretti che con cambio al Brennero a biglietto parziale: ciò significa che dovrai acquistare due biglietti separati (uno con Trenitalia che collega la tua città di partenza con la fermata al Brennero e uno con la compagnia austriaca OBB, che collega il Brennero con Salisburgo). 

In auto

 

L’auto è la scelta ideale per raggiungere Salisburgo perché ti offre la possibilità di visitare facilmente anche i dintorni. In questo caso è fondamentale acquistare la vignetta autostradale nelle stazioni di rifornimento situate poco prima o subito dopo il confine e applicarla correttamente sul parabrezza (non preoccuparti, le modalità di utilizzo sono spiegate sulla vignetta stessa).

I prezzi variano in base alla tua permanenza su territorio austriaco: per esempio, se il tuo viaggio prevede una durata di 10 giorni il costo sarà di 9,60€. 

Dove parcheggiare a Salisburgo: muoversi in città con l’auto non è semplice. Ti consiglio di dare un’occhiata all’offerta Park & Ride o di cercare su Google Maps il parcheggio a pagamento CONTIPARK Parkplatz Akademieplatz, più economico e a pochi minuti a piedi dal centro.

Come raggiungere Salisburgo da altre città austriache

Se non stai viaggiando in auto, Salisburgo è ben collegata con Vienna, Innsbruck e altre città austriache tramite bus e treno. Consiglio di controllare tratte e costo dei biglietti sui siti di Flixbus e OBB. 

Icona Divisoria

Quando andare a Salisburgo

Ho avuto la fortuna di visitare la città più volte e in diversi periodi dell’anno e posso accertarti che ogni stagione è quella giusta per scoprire cosa fare a Salisburgo in un giorno o più!

 

In base ai mesi potrai vivere esperienze diverse e accedere a luoghi d’interesse aperti in determinati periodi e chiusi in altri.

Mercatino di Natale a Salisburgo
Mercatino di Natale con cuori di marzapane

INVERNO | Ami il Natale? Allora questo è il periodo migliore per visitare Salisburgo. Le luminarie natalizie avvolgono tutto il centro storico e diverse aree della città si riempiono di mercatini dove mangiare i migliori piatti tipici austriaci, bere glühwein e, almeno per me, dove fare scorta di abbigliamento in lana e alpaca. Sfortunatamente molti luoghi d’interesse sono chiusi o coperti come le fontane e alcune aree del parco Mirabell. 

 

PRIMAVERA | Le montagne circostanti fioriscono, le fontane vengono scoperte e molti dei principali luoghi di interesse da non perdere a Salisburgo vengono aperti. In questo periodo il parco di Mirabell apre i suoi cancelli, come anche l’area dedicata all’insolito parco degli gnomi.

ESTATE | Nei mesi estivi la città è più affollata rispetto al resto dell’anno, sia per le alte temperature che per il festival di Salisburgo, tra i festival più importanti dedicati alla musica classica e all’opera. L’aspetto positivo è che, se vuoi trovare una via di fuga nella natura, questo è il periodo perfetto per scoprire cosa vedere nei dintorni di Salisburgo: qui trovi i luoghi da non perdere.

 

AUTUNNO | Salisburgo si veste dei migliori colori autunnali e per le sue strade risuonano le musiche del famoso festival di musica jazz, Jazz & The City; l’afflusso turistico, seppur sempre presente, è minore rispetto all’estate e questo ti permetterà di goderti la città al meglio.

Icona Divisoria

Cosa vedere a Salisburgo in un giorno: una NON lista

Perché la chiamo una non lista di cosa fare a Salisburgo in un giorno? 

 

Se è la prima volta che leggi Una Elena Errante lascia che ti spieghi ciò che sta alla base dei miei articoli: piuttosto che copia e incollare una lista di cose da fare e da vedere, che potresti trovare facilmente dovunque, preferisco ispirarti a visitare questa città dell’Austria portandoti con me in un itinerario a piedi lungo le sue vie dal fascino romantico, dove incontreremo insieme i principali luoghi di interesse.

 

Cominciamo?

Il castello di Salisburgo: la fortezza Hohensalzburg

Non importa da quale sponda del fiume Salzach cominci il tuo itinerario di esplorazione a piedi di Salisburgo, la fortezza Hohensalzburg è sempre lì a dominare il paesaggio, visibile da diversi punti. Ogni volta che sono in città mi piace partire da qui, dal suo simbolo più importante.

 

Risalente al 1077, il castello di Hohensalzburg è non solo la più grande fortezza ancora completamente conservata dell’Europa centrale e custode di interessanti musei, ma anche uno dei punti panoramici più belli da dove ammirare l’intera città. 

Vista panoramica di Salisburgo

Come salire al castello di Salisburgo

Stiamo guardando il castello di Salisburgo da Kapitelplatz, la piazza dove ai piedi dell’opera d’arte moderna Spharea dell’artista tedesco Stephan Balkenhol si combattono avvincenti partite di scacchi su una scacchiera gigante (io dico avvincenti, ma non ho idea di come si giochi). 

 

Se ti interessa salire al castello, è qui che si trova l’ingresso alla funicolare che in pochi istanti ti porterà su fino all’entrata (salita e discesa in funicolare sono comprese nel biglietto). Se vuoi risparmiare e allo stesso tempo godere di una vista panoramica pazzesca su Salisburgo, puoi raggiungere l’entrata del castello a piedi salendo verso la montagna cittadina Mönchsberg. Qui trovi i prezzi dei biglietti, orari e altre info. 

Consiglio: Vuoi visitare le principali attrazioni da vedere a Salisburgo in uno o più giorni? Risparmia acquistando la Salzburg Card, disponibile a prezzi diversi per 24, 48 o 72 ore e dove sono compresi anche i mezzi di trasporto pubblici.

Scacchiera gigante a Salisburgo
Opera d'arte Sphera a Salisburgo

Duomo di Salisburgo

Una volta lasciatoci alle spalle il castello e i giocatori di scacchi ci avventuriamo sotto i portici e ci troviamo davanti al Duomo di Salisburgo. Resto sempre affascinata dalla sua bellezza e dai dettagli della facciata barocca, realizzata con il marmo della montagna Untersberg. 

CURIOSITÀ: Hitler era ossessionato da questa montagna perché leggenda narra che l’Untersberg abbia il potere di aprire un varco spazio-temporale capace di trasportare le persone in altri luoghi. Il Dalai Lama la visitò nel 1992, descrivendola come un luogo ricco di una singolare energia. 

Statua del Duomo di Salisburgo

Visita al museo DomQuartier, il cuore barocco di Salisburgo

Il DomQuartier è il complesso formato dalla Residenza, ossia quello che fu il centro del potere dei principi arcivescovi d’un tempo, e dal Duomo. Visitabile seguendo un percorso ben organizzato, vedrai i saloni di gala della Residenza, gallerie d’arte e delle meraviglie, il museo del Duomo e il museo di San Pietro.

 

Potrai godere anche di due punti panoramici: uno all’esterno, grazie alla terrazza affacciata sulla città vecchia, e uno all’interno della cattedrale. Il costo del biglietto per gli adulti è di 13€.

Sale del museo Dom Quartier tra le cose da fare a Salisburgo in un giorno
Museo Dom Quartier a Salisburgo

Pausa Sacher e caffè

Per come la vedo io, è sempre il momento giusto per fermarsi a bere un caffè, se poi è accompagnato da una fetta di Sacher ancora meglio! Superato il duomo, troverai a pochi passi due dei caffè storici di Salisburgo: Caffè Tomaselli e Fürst. 

 

Lo stile dei due café è un tantino diverso. Da una parte c’è Caffè Tomaselli, un salto nel passato e finisci dentro una sala elegante, tipica dei cafe viennesi; Fürst è decisamente più sobrio, anche se le sale del piano superiore mi ricordano l’Overlook Hotel nel film Shining di Kubrick. Fürst è anche il creatore delle famose Mozartkugel, piccole palline di marzapane e pistacchio ricoperte di gianduia e infine immerse nel cioccolato fondente. 

 

Io scelgo Fürst, e tu?

Café Furst a Salisburgo
Interno bar Furst a Salisburgo

Cafè moderni

Salisburgo è una città elegante, dove classico e moderno si incontrano offrendo spazi curati nel dettaglio, pensati per rappresentare al meglio la sua capacità di stare al passo con i tempi. Cafè tradizionali e contemporanei convivono offrendo entrambi un’esperienza rilassata, in linea con la cultura del caffè tipica austriaca. 

 

Se hai voglia di fare una pausa in un locale moderno, i miei preferiti sono Afro Cafè, ideale anche per colazioni e brunch, e il nuovissimo Das Kaffeehaus by Hotel Melanie, con comode poltrone da lettura e prese per trascorrere qualche ora al computer se sei nomade digitale come me.

Salisburgo città barocca

Ti ho già detto che il centro storico di Salisburgo è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO?

 

Dopo aver mangiato la Sacher di Fürst siamo pronti per andare a scoprirlo.

Piccolo gioiello dell’arte barocca, è bellissimo gironzolare tra le sue vie con la testa all’insù per non perdersi nessuna delle vecchie insegne dei mestieri realizzate in ferro battuto, come ti capiterà lungo Getreidegasse. 

CURIOSITÀ: Sai che Salisburgo era conosciuta come ‘La Roma del nord’? I principi arcivescovi, impressionati dalle bellezze architettoniche di Roma, vollero provare a riprodurre la stessa atmosfera tra le strade di Salisburgo.

Insegna in ferro vintage a nel centro storico di Salisburgo

Al di là del fiume Salzach

Da Getreidegasse raggiungiamo facilmente il famoso ponte dei lucchetti di Salisburgo, Makartsteg. Questo non è l’unico ponte per attraversare il fiume Salzach e raggiungere l’altra sponda, ma è quello da dove puoi avere una bella vista sulla fortezza Hohensalzburg. 

Vista del castello di Salisburgo dal ponte dei lucchetti

Dopo aver fatto lo slalom tra coppie di innamorati e macchine fotografiche raggiungiamo l’altra sponda e ci incamminiamo verso uno dei miei posti preferiti: il parco di Mirabell. 

 

Sarà perché custodisce il giardino degli gnomi più antico d’Europa, sarà per le sculture di unicorni disseminate qua e là, mettici anche i fiori in primavera, ma questo parco è il posto perfetto dove sedersi, condividere un pranzo take away o semplicemente guardarsi intorno e godersi la quotidianità di Salisburgo.

Parco degli gnomi a Salisburgo
Fontana nel parco Mirabell a Salisburgo

Su questa parte del fiume, oltre a tanti negozi artigianali e osterie tipiche, c’è anche il miglior punto panoramico da dove ammirare Salisburgo: la montagna Kapuzinerberg. Seppur in alcuni tratti in salita, il dislivello non è impegnativo e sono presenti vari punti panoramici, dal più basso al più alto. 

Dove mangiare a Salisburgo spendendo poco

Dove terminare il tuo itinerario a piedi a Salisburgo (o dove fare pausa pomeridiana in base alla stagione) se non davanti a un boccale di birra e ai vari piatti tipici della gastronomia austriaca?

 

Salisburgo produce birra da oltre 600 anni e c’è un luogo speciale dove provarla immergendosi totalmente nello spirito allegro e informale degli austriaci quando si trovano davanti a un bicchiere di birra: la birreria Augustiner Bräu.

 

Ex convento agostiniano, la birreria è composta da ampie sale, tutte differenti nello stile, e da corridoi dove sono presenti gli stand con ognuno specialità tipiche austriache, dal panino con Leberkäse alla Schnitzel…ma a un prezzo ridotto rispetto ai ristoranti!

Mahlzeit!

Boccali di birra del birrificio a Salisburgo
Birrificio più grande dell'Austria a Salisburgo
Icona - Divisoria
Grazie per aver visitato il mio blog | Dove sarà la tua prossima avventura?